home | Faq |

Adesione

  • Chi può aderire a Pegaso?

    Possono aderire a PEGASO i lavoratori con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con contratto di lavoro a tempo determinato di durata superiore a tre mesi, con contratto di formazione lavoro, con contratto di apprendistato e con contratto di inserimento.
    I CCNL e le aziende che consentono l'adesione a Pegaso dei lavoratori sono riportati nella sezione "chi siamo – a chi si rivolge Pegaso".

     

  • E' obbligatorio aderire al Fondo pensione?

    No, l'adesione è volontaria
  • Come si aderisce al Fondo pensione?

    Tramite la compilazione e la sottoscrizione del modulo di adesione. Nel caso di Pegaso, il modulo di adesione è disponibile sul sito internet (sezione modulistica) e presso la Direzione del personale della propria azienda.
    La sottoscrizione va preceduta dalla visione dello Statuto, della Nota informativa e del Progetto esemplificativo standardizzato.
    È necessario inoltre firmare anche l'autorizzazione al trattamento dei dati personali. Il modulo, debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto, va riconsegnato all’azienda la quale provvederà ad integrarlo ed inoltrarlo al Fondo.

  • Dove posso trovare le documentazione per iscrivermi?

    Nel caso di Pegaso, la documentazione è disponibile presso le Aziende, presso le sedi delle associazioni sindacali e sul sito internet www.fondopegaso.it.
  • I lavoratori con un contratto a tempo determinato possono iscriversi?

    SI. Lo Statuto di Pegaso consente l’adesione dei lavoratori con contratto a tempo determinato di durata superiore a tre mesi.

  • Perché un lavoratore giovane dovrebbe aderire ad un Fondo pensione?

    Per i lavoratori giovani l'adesione a Pegaso è di fondamentale importanza. Questa scelta, infatti, consente di integrare l’assegno pensionistico pubblico (in futuro sempre più ridotto per effetto delle riforme intervenute) con una prestazione pensionistica complementare.
  • ll lavoratore prossimo alla pensione che convenienza ha ad iscriversi ad un Fondo pensione?

    Anche per i soggetti prossimi alla pensione la previdenza complementare rappresenta una scelta vantaggiosa. L’adesione a previdenza complementare, infatti, consente di assicurarsi una prestazione pensionistica aggiuntiva e, nel caso di lavoratori dipendenti, di usufruire del contributo messo a disposizione dal datore di lavoro, altrimenti non dovuto, e di beneficiare del risparmio fiscale sul proprio contributo.
  • Che cos'è la “quota associativa”?

    Si tratta di una parte della contribuzione destinata alla copertura dei costi del Fondo. Il suo ammontare, sulla base di un preventivo di spesa annuale, è fissato dall’organo di amministrazione del Fondo.
1 2 >
condividi su: